Ovvero delle Famiglie Nobili e titolate del Napolitano, ascritte ai Sedili di Napoli, al Libro d'Oro Napolitano, appartenenti alle Piazze delle città del Napolitano dichiarate chiuse, all'Elenco Regionale Napolitano o che abbiano avuto un ruolo nelle vicende del Sud Italia.   

REAL CASA DI BORBONE

Agli inizi del 1700, come anche nei secoli precedenti, poche famiglie si contendevano il dominio dell’Europa. Immensi territori passavano da una dinastia all’altra per diritti di eredità e sovente scoppiavano guerre di successione. Con la pace di Ultrecht e Rostadt si stabilì la separazione dei diritti dei Borbone di Francia e di Spagna(1). I Borbone di Napoli posero al centro del proprio stemma i tre gigli d’oro in campo azzurro(2) perchè discendevano dal sangue dei principi francesi.

I RE DI CASA BORBONE:

Carlo III - Immagine di dominio pubblico
Carlo
(1734 -1759)

Ferdinando IV re di Napoli - I come re delle Due Sicilie - Immagine di pubblico dominio
Ferdinando IV
(3)
(1759 - 1824)

Francesco I - Immagine di dominio pubblico
Francesco I
(1825 - 1830)

Ferdinando II - Immagine di dominio pubblico
Ferdinando II
(1830 - 1859)

©Ferdinando II - Immagine di proprietà di casa d'Alessandro
Francesco II
(1859 - 1861)


© Napoli - Stemma del Regno delle Due Sicilie col collare dell'Ordine di San Gennaro

Il 25 agosto 1714, nella cattedrale di Parma, si celebrarono le nozze tra Filippo V, primo re di Spagna della dinastia dei Borbone e Elisabetta (n. 1692 † 1766), ultima duchessa Farnese, suggellando col matrimonio un importante accordo politico. Dal matrimonio discenderà Carlo, divenuto nel 1759 re di Spagna col nome di Carlo III, dopo il breve ma intenso periodo come re di Napoli e di Sicilia.

Corso Ummerto - U
Corteo per  le nozze di Filippo V,  il re cattolico,  e della duchessa  Elisabetta Farnese celebrate a Parma nel 1717 -Tavola eseguita su rame da Teodoro Vercruysse su disegno di Ilaria Spolverini – Per gentile concessione della Biblioteca Universitaria di Napoli

Nel 1734 Carlo (n. 1716 1788), primogenito di Filippo V di Spagna e di Elisabetta Farnese, durante la guerra di successione polacca, al comando delle armate spagnole conquistò i regni di Napoli e di Sicilia, sottraendoli alla dominazione austriaca. Capostipite della dinastia dei Borbone di Napoli, restituì alla città partenopea l'antica indipendenza dopo oltre due secoli di dominazione straniera.

C. Capuano
Napoli - il primo stemma adottato da re Carlo di Borbone, con le insegne del padre e della Toscana, in quanto era stato dichiarato da Giangastone,ultimo dei Medici, successore col titolo di Gran Principe di Toscana. In seguito comparirà l'insegna del ducato di Parma
e al centro lo scudo con i tre gigli.

Ferdinando VI di Spagna il 10 dicembre 1758, dopo aver nominato Carlo suo erede universale, si ritirò a Villaviciosa de Odón, dove morì il 10 agosto successivo. Carlo fu quindi proclamato re di Spagna con il nome di Carlo III, rinunciando a quello di re di Napoli e Sicilia, come previsto dai trattati internazionali.
Essendo il primogenito maschio Filippo affetto da infermità mentale, Carlo designò il terzo maschio Ferdinando quale erede del trono di Napoli e Sicilia.

C.Capuano-Bibl.
Atto del 6 ottobre 1758 nel quale re Carlo III di Spagna designa il figlio Ferdinando suo erede al trono di Napoli e di Sicilia.

GLI ATTUALI DISCENDENTI:
Francesco II (1836 † 1894), re delle Due Sicilie, figlio di Ferdinando II e di Maria Cristina di Savoia, sposò nel 1859 donna Maria Sofia di Baviera e nel 1861 fu costretto all'esilio, dopo la caduta di Gaeta, ultimo baluardo.

Alla sua morte, divenne Capo della Real Casa di Borbone il fratello Alfonso (1841†1934), conte di Caserta, il quale sposò la principessa Maria Antonietta.
Ferdinando Pio (1869 † 1960), duca di Calabria, dal 1934 e sino alla sua morte fu Capo della Real Casa e Duca di Castro; sposò la principessa Maria Ludovica.
Ferdinando Pio morì senza prole; il titolo di pretendente al trono e di Gran Maestro del S. M. O. Costantiniano di San Giorgio fu conteso tra il nipote, Don Alfonso padre di don Carlos infante di Spagna, e Don Ranieri (1883†1973), nonno di S.A.I. il principe Charles Napoleon (ramo francese). La disputa nacque a seguito della rinuncia al trono da parte di Carlo (1870 † 1949) - atto di Cannes - che poteva aspirare al trono di Spagna allora momentaneamente senza eredi.

il ramo Napoletano - FRANCESE:
Attuale rappresentante del ramo francese:
Ranieri (1883 † 1973), conte di Caserta e figlio di Alfonso, dal 1960 Capo-stipite della Real Casa e duca di Castro, sposò la principessa Carolina. 
Sua Altezza Reale il Principe Ferdinando di Borbone delle Due Sicilie (de jure, Ferdinando IV), è stato Duca di Castro e Gran Maestro degli Ordini Dinastici dal 1973 (anno in cui successe al padre, Principe Ranieri) al 20 marzo 2008, giorno della Sua dipartita. Prima del Principe Ranieri sono stati Gran Maestri degli Ordini di Casa Borbone delle Due Sicilie: Il Principe Ferdinando Pio, il Conte di Caserta Alfonso di Borbone, il Re delle Due Sicilie Francesco II, ecc. fino ai Comneni Imperatori Romani d’Oriente.

Ferdinando, nacque a Podzameze il 28 maggio 1926. Sposò nel 1949 S.A.R. la Principessa Chantal dei Conti di Chevron-villette, nata il 10 gennaio 1925, a Le Cannet des Maures. Dama di Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, morta a Parigi il 24 maggio 2005.

Dal loro matrimonio sono nati tre figli:

  1. S.A.R. la Principessa Beatrice, nata a Saint Raphael il 16 giugno 1950; sposa nel 1978 S.A.I. il Principe Charles Napoleon da cui S.A.I. Caroline 1980, e S.A.I. e R. Jean Cristophe (1986); è Gran Croce del S.M.O. Costantiniano;

  2. S.A.R. La Principessa Anna, nata a Saint Raphael il 24 aprile 1957; sposa nel 1977 Jacques dei Barone Cochin da cui Nicolas (1979) e Dorothée (1985); è Gran Croce del S.M.O. Costantiniano;

  3. Sua Altezza Reale il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, attuale capostipe del ramo napoletano-francese Borbone Due Sicilie, Duca di Castro. Nato a San Raphael il 24 febbraio 1963, cura di persona gli interessi della Real Casa e conduce direttamente la gestione delle attività  del S.M.O. Costantiniano di San Giorgio, con particolare attenzione a quelle rivolte alla beneficenza e alla umana solidarietà. Ha avuto il titolo di Duca di Noto dal giorno della Sua nascita fino al 1973, anno in cui il padre successe al Principe Ranieri nella Titolarità di Capo della Reale Famiglia e Gran Maestro degli Ordini Dinastici. Dal 1973 fino al 20 marzo 2008 è stato l’erede diretto con il titolo di Duca di Calabria, essendo tra l’altro Cavaliere dell’Insigne Real Ordine di San Gennaro, Collare Costantiniano, Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta, Gran Croce al Merito della Repubblica Italiana, Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro. Ricopre nell’Ordine Costantiniano la carica di Gran Prefetto. a Lui spettano gli antichi titoli di Re di Gerusalemme, Duca di Parma, Gran Principe ereditario di Toscana ecc. ecc.

Il 31 ottobre 1998 ha sposato a Monaco Camilla Crociani, nata a Roma il 5 aprile 1971.
S.A.R. la Duchessa di Castro ha svolto i suoi studi a New York, presso il Marymaunt High Scool e poi presso la New York University. E’ Dama di Gran Croce di Giustizia del S.M.O. Costantiniano di San Giorgio, Dama di Onore e Devozione del S.M.O. di Malta, parla correntemente 5 lingue e coadiuva il Duca di Castro nelle attività di Beneficenza svolte dal S.M.O. Costantiniano di San Giorgio.

Le Loro Altezze Reali. Il Duca e la Duchessa di Castro vivono tra Roma e Monte Carlo, visitano spesso Napoli, antica Capitale del Regno delle Due Sicilie.

Dal Loro matrimonio sono nate a Roma le LL.AA.RR. le Principesse Maria Carolina il 23 giugno 2003 e Maria Chiara il 1 gennaio 2005.


Sito ufficiale della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie (ramo Francese - Napoletano):
http://www.realcasadiborbone.it/
Sito ufficiale del S.M.O. Costantiniano di San Giorgio: http://www.ordinecostantiniano.it/?page_id=988

© foto proprietà www.nobili-napoletani.it

© foto proprietà www.nobili-napoletani.it

© Napoli - Basilica di Santa Chiara - S.A.R. il principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro e Gran Maestro del S.M.O. Costantiniano di San Giorgio, con la moglie S.A.R. la principessa Camilla.

© foto proprietà www.nobili-napoletani.it

© foto proprietà www.nobili-napoletani.it


il ramo napoletano - spagnolo:
Rappresentante del ramo spagnolo sino al 2 giugno 2014: Sua Altezza Reale l’Infante di Spagna Don Carlos di Borbone-Due Sicilie e Borbone-Parma, Duca di Calabria, Conte di Caserta, Gran Maestro dell’Insigne Reale Ordine di San Gennaro, Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, Gran Maestro dell'Insigne Real Ordine di San Ferdinando e del Merito, Cavaliere dell’Ordine del Toson d’Oro, Presidente del Consiglio dei quattro Ordini Militari di Santiago, Calatrava, Alcántara e Montesa, Gran Comandante d’Alcantara, Gran Croce dell’Ordine al Merito Navale spagnolo, Gran Croce dell’Ordine al Merito dell’Agricoltura spagnolo, Gran Croce dell’Ordine Messicano dell’Aquila Azteca, Gran Croce dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, Gran Croce del Reale Ordine Portoghese di Vila Viçosa, Gran Croce del Reale Ordine di Karagiorgio di Jugoslavia, ecc., è nato il 16 gennaio 1938 a Losanna (Svizzera).
Don Carlos divenne Duca di Noto nel 1960 quando l'Infante Don Alfonso succedette a suo zio, Ferdinando Pio, Duca di Calabria, quale Capo  della Real Casa delle Due Sicilie e Gran Maestro dell'Ordine Costantiniano. Suo padre morì nel 1964 e lui gli succedette diventando Duca di Calabria. Nel 1994 fu nominato  Infante di Spagna, con Decreto Reale numero 2412 di S.M. Re Juan Carlos I.
Don Carlos è il Gran Maestro dell’Ordine Costantiniano che vanta numerose iniziative benefiche e di assistenza in Italia ed in tutto il mondo.
L'anno seguente sposò la Principessa Anne d'Orléans, figlia del Conte di Parigi, Henri d'Orléans, Capo della Real Casa di Francia.
I loro figli sono:
1)-Donna Cristina (1966), sposata nel 1994 con Pedro López-Quesada y Fernández Urrutia (1964);
2)-Donna Maria Paloma (1967), sposata nel 1996 con l'Arciduca Simeone d'Austria (1958), nipote   di Carlo I;
3)-Don Pedro (1968), sposato nel 2001 con Sofia Landaluce y Melgarejo (1973),
attuale duca di Noto.
4)-Donna Inés (1971), sposata nel 2001 con il Nobile Michele Carrelli Palombi dei Marchesi di Raiano (1965);
5)-Donna Victoria (1976), sposata nel 2003 con Markos Nomikos.


Sito ufficiale della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie (ramo napoletano-spagnolo):
www.borbone-due-sicilie.org
Sito ufficiale del S.M.O. Costantiniano di San Giorgio: www.constantinianorder.org

© Proprietà privata Casa d'Alessandro
©
S.A.R. l’infante don Carlos di Borbone Due Sicilie, duca di Calabria e Gran Maestro dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio, con il figlio duca di Noto, il delegato della Toscana don Ettore d’Alessandro di Pescolanciano e i cavalieri toscani al pontificale in Roma
(Aprile 2008).

Re Juan Carlos Borbone Spagna ha deciso di lasciare il trono, abdicando a favore del principe Felipe, con lettera scritta, datata 2 giugno 2014 ed indirizzata al premier Mariano Rajoy, che ne ha dato immediato annuncio alla nazione. Nel suo discorso agli spagnoli, re Juan Carlos ha ribadito che la sua "unica ambizione è stata e sarà sempre di contribuire alla libertà e al progresso della Spagna". Ringraziando tutto il popolo e lo Stato nel sostegno dimostrato alla monarchia borbonica,il sovrano ha voluto poi esprimere gratitudine alla regina Sofia, "il cui appoggio non è mai mancato" in tutti questi anni. Nato in esilio nella prestigiosa clinica anglo americana di via Nomentana, il 5 gennaio 1938, Juan Carlos, erede di un’antica dinastia che ebbe come capostipite re Filippo V duca d’Angiò con la ratifica del trattato d’Utrecht nel marzo-aprile 1713, ha vissuto per lunghi anni a Roma (parla perfettamente l'italiano), nell'appartamento che apparteneva ai Borbone al primo piano di una palazzina elegante al civico 112 di viale Parioli. Re Juan Carlos ritornò a governare con pieni poteri nel 1975 (la monarchia era già stata proclamata nel 1947), dopo la morte del dittatore Franco, prodigandosi nella ripartenza della Spagna, che era rimasta per lungo tempo isolata con un'economia poco sviluppata.
Il nuovo re Felipe VI, successore della secolare monarchica cattolica, si presenta come degno rappresentante di quella nuova generazione che "reclama protagonismo. Una generazione più giovane merita di andare avanti", a detta del medesimo padre anziano abdicante. Per quanto il principe sia in sintonia coi tempi moderni, lo dimostra il suo stesso matrimonio con la giornalista Letizia Ortiz Rocasolano, che non vanta sangue blu ed è cresciuta in una famiglia progressista e repubblicana. Il futuro re, tra l’altro, è laureato in diritto, con un master in Relazioni internazionali, così come è comandante dell'esercito di terra ed aria, nonchè capitano di corvetta. SAR Felipe è amante dello sport ed ha persino partecipato alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992 nella squadra spagnola di vela. Parla correttamente l'inglese, perchè ha studiato in Canada e Washington, ed è buon cultore del catalano, terra molto accorta alle tradizioni identitarie.

Il Gran Maestro, S.A.R. Principe Don Carlos Maria di Borbone Due Sicilie si è spento il 5 ottobre 2015, all'età di 77 anni in una delle sue tenute, "La Toledana" di Ciudad Real, che più amava, dopo una lunga malattia.

_______________________
Note:
1) Ovvero il re di Spagna fu costretto a rinunciare ai diritti al trono di Francia.
2) Le insegne reali di Francia.
3) Ferdinando IV re di Napoli, I re delle Due Sicilie.
 

Gli Austriaci  La Repubblica Napoletana del 1799


*******************

  Elenco Famiglie nobili - dalla A alla B Elenco Famiglie nobili - lettera C

STORIA DELLE FAMIGLIE NOBILI:

Elenco Famiglie Nobili - dalla Lettera D alla lettera H Elenco Famiglie nobili - dalla I alla N
  Elenco Famiglie nobili - dalla O alla R Elenco Famiglie nobili - dalla S alla Z

*******************

Cosa dicono i quotidiani Pubblicazione libri Eventi